Il dualismo della parola nella poesia di Salvatore Quasimodo