Il lavoro analizza il business della R&S, quale fonte dell’innovazione tecnologica, nella prospettiva del marketing relazionale. Si tratta di un punto di vista del tutto nuovo, che si confronta con tempi nei quali chi progetta e realizza R&S non vive più in una sorta di isolamento completo dal mondo reale e dalle stesse funzioni aziendali, per evitare ingerenze nella propria sfera di dominio tecnico e scientifico. Oggi la R&S è uscita dai laboratori e prosegue la sua evoluzione relazionandosi con l’ambiente in cui l’impresa opera in maniera sempre più intensa, fino a costituire un network di relazioni in cui il marketing della R&S si presenta nella sua capacità relazionale di lungo periodo ed in cui l’oggetto di scambio, il bene R&S, assume sempre più le caratteristiche di un bene immateriale, poiché con esso si vende innovazione, know-how, problem solving. Il lavoro dapprima affronta l’analisi del contesto di riferimento nel quale l’impresa realizza le proprie attività di R&S, utilizzando – come schema d’analisi – il paradigma dell’approccio sistemico vitale, indagando sia caratteristiche dominanti della vitalità sistemica sia le molteplici relazioni esistenti tra le parti componenti il sistema pervenendo ad una analisi delle forme di governo per una impresa che vuole produrre R&S. Successivamente vengono analizzate le scelte di trasformazione da R&S come attività operativa ad attività di business ed analizzata nelle prospettive dei costi di transazione e delle core competencies; infine si descrive come questo processo evolutivo determini un cambiamento negli approcci del marketing passando da un marketing industriale ad un marketing relazionale.

Marketing relazionale e Ricerca & Sviluppo

SIRIANNI, Carlo Alessandro
2004

Abstract

Il lavoro analizza il business della R&S, quale fonte dell’innovazione tecnologica, nella prospettiva del marketing relazionale. Si tratta di un punto di vista del tutto nuovo, che si confronta con tempi nei quali chi progetta e realizza R&S non vive più in una sorta di isolamento completo dal mondo reale e dalle stesse funzioni aziendali, per evitare ingerenze nella propria sfera di dominio tecnico e scientifico. Oggi la R&S è uscita dai laboratori e prosegue la sua evoluzione relazionandosi con l’ambiente in cui l’impresa opera in maniera sempre più intensa, fino a costituire un network di relazioni in cui il marketing della R&S si presenta nella sua capacità relazionale di lungo periodo ed in cui l’oggetto di scambio, il bene R&S, assume sempre più le caratteristiche di un bene immateriale, poiché con esso si vende innovazione, know-how, problem solving. Il lavoro dapprima affronta l’analisi del contesto di riferimento nel quale l’impresa realizza le proprie attività di R&S, utilizzando – come schema d’analisi – il paradigma dell’approccio sistemico vitale, indagando sia caratteristiche dominanti della vitalità sistemica sia le molteplici relazioni esistenti tra le parti componenti il sistema pervenendo ad una analisi delle forme di governo per una impresa che vuole produrre R&S. Successivamente vengono analizzate le scelte di trasformazione da R&S come attività operativa ad attività di business ed analizzata nelle prospettive dei costi di transazione e delle core competencies; infine si descrive come questo processo evolutivo determini un cambiamento negli approcci del marketing passando da un marketing industriale ad un marketing relazionale.
9788834855188
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11386/1065204
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact