Fra i più grandi poeti della seconda metà del secolo XVII, il gesuita napoletano Giacomo Lubrano, dopo una prima timida rivalutazione di Benedetto Croce, e l'entusiasmo che suscitò in Jean Rousset (che lo paragonò a Mallarmé), aspetta ancora di essere finalmente riscoperto in Italia.

In tante trasparenze

FRASCA, Gabriele;
2002-01-01

Abstract

Fra i più grandi poeti della seconda metà del secolo XVII, il gesuita napoletano Giacomo Lubrano, dopo una prima timida rivalutazione di Benedetto Croce, e l'entusiasmo che suscitò in Jean Rousset (che lo paragonò a Mallarmé), aspetta ancora di essere finalmente riscoperto in Italia.
88-85414-76-1
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11386/1658570
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact