Per “società dell’informazione” si vuole intendere il complesso sistema di infrastrutture, tecnologiche e sociali, ormai ampiamente diffuse nella vita quotidiana degli individui e delle organizzazioni, basate sull’impiego intensivo di nuove tecnologie nello svolgimento di relazioni e interazioni. Non è un caso, evidentemente, che l’espressione inglese chiamata a significare “informatica” sia sempre di più evoluta dal tradizionale “computer science” all’attuale “information and communication technology”. È facilmente comprensibile, di conseguenza, come un miglioramento del governo e della gestione dei sistemi informativi aziendali possa dipendere anche da una comprensione sempre più approfondita dell’oggetto di elaborazione, vale a dire l’informazione. Diventa importante, in altre parole, pensare in termini di economia e gestione dell’informazione aziendale, cominciando dall’analisi della natura del bene, ossia l’informazione, per giungere, quale specifico obiettivo di ricerca di questo lavoro, a comprendere come implementarne una corretta progettazione. L’evoluzione del settore ICT, infatti, richiede un aggiornamento continuo e approfondito delle varie tecniche e dei vari strumenti da impiegare nel trattamento automatico delle informazioni. I fondamenti dell’economia e della gestione dell’informazione aziendale, tuttavia, rimangono solidi nel tempo, perché si basano su argomenti concettuali e non soltanto tecnici, nel senso stretto dell’ingegneria del software e della programmazione informatica. Altrettanto importante, in ogni caso, è la capacità del BISA di restare perennemente curioso nei confronti del progresso dell’organizzazione aziendale e della sua componente in questo contesto più rilevante, vale a dire la tecnologia: basti pensare al ruolo dirompente degli ERP (enterprise resource planning) nella diffusione della cultura del BPM e del BPR. Saranno queste innovazioni, relative più all’infrastruttura delle informazioni che alla generazione del software, a costituire il fulcro dell’indispensabile aggiornamento professionale del BISA, affinché possa essere sempre in grado formulare una corretta progettazione dell’informazione aziendale, in un costante orientamento alla generazione e alla diffusione del valore dell’impresa.

Strumenti e tecniche per la progettazione dell’informazione

FESTA, GIUSEPPE
2007

Abstract

Per “società dell’informazione” si vuole intendere il complesso sistema di infrastrutture, tecnologiche e sociali, ormai ampiamente diffuse nella vita quotidiana degli individui e delle organizzazioni, basate sull’impiego intensivo di nuove tecnologie nello svolgimento di relazioni e interazioni. Non è un caso, evidentemente, che l’espressione inglese chiamata a significare “informatica” sia sempre di più evoluta dal tradizionale “computer science” all’attuale “information and communication technology”. È facilmente comprensibile, di conseguenza, come un miglioramento del governo e della gestione dei sistemi informativi aziendali possa dipendere anche da una comprensione sempre più approfondita dell’oggetto di elaborazione, vale a dire l’informazione. Diventa importante, in altre parole, pensare in termini di economia e gestione dell’informazione aziendale, cominciando dall’analisi della natura del bene, ossia l’informazione, per giungere, quale specifico obiettivo di ricerca di questo lavoro, a comprendere come implementarne una corretta progettazione. L’evoluzione del settore ICT, infatti, richiede un aggiornamento continuo e approfondito delle varie tecniche e dei vari strumenti da impiegare nel trattamento automatico delle informazioni. I fondamenti dell’economia e della gestione dell’informazione aziendale, tuttavia, rimangono solidi nel tempo, perché si basano su argomenti concettuali e non soltanto tecnici, nel senso stretto dell’ingegneria del software e della programmazione informatica. Altrettanto importante, in ogni caso, è la capacità del BISA di restare perennemente curioso nei confronti del progresso dell’organizzazione aziendale e della sua componente in questo contesto più rilevante, vale a dire la tecnologia: basti pensare al ruolo dirompente degli ERP (enterprise resource planning) nella diffusione della cultura del BPM e del BPR. Saranno queste innovazioni, relative più all’infrastruttura delle informazioni che alla generazione del software, a costituire il fulcro dell’indispensabile aggiornamento professionale del BISA, affinché possa essere sempre in grado formulare una corretta progettazione dell’informazione aziendale, in un costante orientamento alla generazione e alla diffusione del valore dell’impresa.
9788820337322
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11386/1738046
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact