Obiettivo del volume è indagare il tema della discrezionalità amministrativa alla luce del processo federativo in atto nell'ordinamento italiano, per verificare se, ed in quale misura, la tendenza federalista abbia influito o possa influire sul modus operandi della p.a. nel suo agire libero, quando si pone come autorità. L'indagine si ferma ai profili costituizionalistici, individuando nei principi di imparzialitá e di buon andamento, letti alla luce del fondamentale principio democratico, i canoni di esercizio della funzione discrezionale. La tendenza federalista dell'ordinamento se non è in grado di incidere sul canone "strumentale" dell'imparzialità", che esige una discrezionalità capace di ponderare equamente gli interessi, nè su quello del buon andamento, inteso come sinonimo di efficienza dell'amministrazione, può incidere sul'aspetto teleologico, riscontrato in dottrina tanto nella clausola del buon andamento, quanto direttamente nell'applicazione del principio democratico all'agire amministrativo: per cui la diversa gerarchia degli indirizzi politici, riscontrabile in un ordinamento tendenzialmente federalista basato sul principio di sussidiarietà, non può che riverberare direttamente sull'agire discrezionale della pubblica amministrazione.

Discrezionalità amministrativa e federalismo. Attività della pubblica amministrazione e principi costituzionali nell'evoluzione dell'ordinamento.

GALDI, Marco
2008

Abstract

Obiettivo del volume è indagare il tema della discrezionalità amministrativa alla luce del processo federativo in atto nell'ordinamento italiano, per verificare se, ed in quale misura, la tendenza federalista abbia influito o possa influire sul modus operandi della p.a. nel suo agire libero, quando si pone come autorità. L'indagine si ferma ai profili costituizionalistici, individuando nei principi di imparzialitá e di buon andamento, letti alla luce del fondamentale principio democratico, i canoni di esercizio della funzione discrezionale. La tendenza federalista dell'ordinamento se non è in grado di incidere sul canone "strumentale" dell'imparzialità", che esige una discrezionalità capace di ponderare equamente gli interessi, nè su quello del buon andamento, inteso come sinonimo di efficienza dell'amministrazione, può incidere sul'aspetto teleologico, riscontrato in dottrina tanto nella clausola del buon andamento, quanto direttamente nell'applicazione del principio democratico all'agire amministrativo: per cui la diversa gerarchia degli indirizzi politici, riscontrabile in un ordinamento tendenzialmente federalista basato sul principio di sussidiarietà, non può che riverberare direttamente sull'agire discrezionale della pubblica amministrazione.
9788889821596
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11386/1848953
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact