Il lavoro di inventariazione e regestazione del carteggio Vasari, conservato ad Arezzo presso la Casa Museo Vasari, riguarda non solo materiali ampiamente studiati, ma anche documentazione rimasta finora pressoché sconosciuta. Sono infatti presenti nell’Archivio vasariano carteggi appartenenti sia al celebre artista Giorgio Vasari sia a membri della sua famiglia, come Giorgio Vasari il Giovane e il nipote Girolamo Vasari, sicuramente meno noti, ma che, seppure in maniera e in epoche diverse, hanno svolto ruoli pubblici di non trascurabile importanza ai fini dell’indagine storica. La parte più cospicua del carteggio in oggetto è quella riguardante Giorgio Vasari e si compone di 8 filze di suoi corrispondenti, in particolare amici, artisti, letterati, politici, banchieri, papi, prelati, esponenti della casa Medici. Accanto al carteggio di Giorgio Vasari, che possiamo definire strettamente privato in quanto testimonianza di situazioni e tematiche legate a vicende personali, anche se riferite alla sua attività di artista espletata attraverso la committenza da parte di personaggi della vita politica e culturale dell’epoca, nella Casa Museo Vasari di Arezzo è conservata analoga documentazione riferita a Giorgio Vasari il Giovane (1562-1625) e al di lui figlio Girolamo (1597-1644), che riveste invece carattere preminentemente pubblico. In particolare il carteggio di Giorgio Vasari il Giovane, pure noto agli studiosi, ma ancora inedito, conservato nella filza 21, riguarda 87 lettere delle 171 di cui si compone la stessa filza, per gli anni 1612-1623. A sua volta, l’ampio carteggio, anch’esso pressoché sconosciuto, di Girolamo Vasari, figlio di Giorgio Vasari il Giovane, vissuto tra il 1597 e il 1644, copre un arco cronologico che va dal 1634 al 1640 ed è contenuto in 4 registri di copialettere, segnati 16-19, e in una filza numerata 20, per un totale di circa 2.000 unità regestate.

Il carteggio Vasari: metodologia di inventariazione e prospettive di ricerca

ZACCARIA, Raffaella
2008

Abstract

Il lavoro di inventariazione e regestazione del carteggio Vasari, conservato ad Arezzo presso la Casa Museo Vasari, riguarda non solo materiali ampiamente studiati, ma anche documentazione rimasta finora pressoché sconosciuta. Sono infatti presenti nell’Archivio vasariano carteggi appartenenti sia al celebre artista Giorgio Vasari sia a membri della sua famiglia, come Giorgio Vasari il Giovane e il nipote Girolamo Vasari, sicuramente meno noti, ma che, seppure in maniera e in epoche diverse, hanno svolto ruoli pubblici di non trascurabile importanza ai fini dell’indagine storica. La parte più cospicua del carteggio in oggetto è quella riguardante Giorgio Vasari e si compone di 8 filze di suoi corrispondenti, in particolare amici, artisti, letterati, politici, banchieri, papi, prelati, esponenti della casa Medici. Accanto al carteggio di Giorgio Vasari, che possiamo definire strettamente privato in quanto testimonianza di situazioni e tematiche legate a vicende personali, anche se riferite alla sua attività di artista espletata attraverso la committenza da parte di personaggi della vita politica e culturale dell’epoca, nella Casa Museo Vasari di Arezzo è conservata analoga documentazione riferita a Giorgio Vasari il Giovane (1562-1625) e al di lui figlio Girolamo (1597-1644), che riveste invece carattere preminentemente pubblico. In particolare il carteggio di Giorgio Vasari il Giovane, pure noto agli studiosi, ma ancora inedito, conservato nella filza 21, riguarda 87 lettere delle 171 di cui si compone la stessa filza, per gli anni 1612-1623. A sua volta, l’ampio carteggio, anch’esso pressoché sconosciuto, di Girolamo Vasari, figlio di Giorgio Vasari il Giovane, vissuto tra il 1597 e il 1644, copre un arco cronologico che va dal 1634 al 1640 ed è contenuto in 4 registri di copialettere, segnati 16-19, e in una filza numerata 20, per un totale di circa 2.000 unità regestate.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11386/1995547
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact