The ancient settlement of Pontecagnano (7th-3rd centuries B.C.) was built up on the travertine plateau overlooking the Sele river on the NW sector of the alluvial-coastal plain. Motorway construction works brought to light archaeological remains of an ancient urban and suburban settlement. Archaeostratigraphical records dated between the late Pleistocene and today have been elucidated. The geomorphological and archaeo-tephro-stratigraphical study, coupled with palaeoenvironmental analysis, allowed us to outline the evolution of the environment during the Holocene. The environmental changes have been mainly induced by human activities, during the 7th -3rd centuries B.C., by land reclamation. During other periods of the Holocene the environmental changes can be attributed to climatic variations and, secondly, to the impact of the distal products of Neapolitan volcanic eruptions on geomorphic systems.

L’abitato antico di Pontecagnano (vii-iii a.C.), sorge su un alto morfologico di natura travertinosa, che in antico emergeva di pochi metri dal settore NO della pianura alluvionale costiera del Fiume Sele. I lavori per l’ampliamento dell’autostrada A3 SA-RC hanno intercettato livelli archeologici rappresentativi di ampie porzioni del territorio urbano e periurbano dell’abitato antico e messo in evidenza un record archeostratigrafico che va dal Pleistocene Superiore ad oggi. Lo studio geomorfologico ed archeo-tephro-stratigrafico di dettaglio, corredato da analisi paleoambientali, ha consentito di delineare gli aspetti salienti dell’evoluzione del paesaggio e degli ambienti nel corso dell’Olocene. Le modifiche dell’ambiente e del paesaggio sono state prevalentemente indotte da condizionamenti antropici sul sistema idraulico e forestale e sull’organizzazione del territorio soprattutto per il periodo di vita dell’abitato, dove si coglie un importante bonifica. Nei periodi precedenti e successivi alla vita dell’abitato i cambiamenti ambientali sono stati indotti da variazioni climatiche e dai prodotti delle eruzioni dei vulcani napoletani.

Cambiamenti ambientali indotti dalle variazioni climatiche oloceniche e dall’uomo nell’area dell’abitato antico di Pontecagnano

PELLEGRINO, CARMINE;ROSSI, Amedeo;CERCHIAI, Luca;
2009

Abstract

L’abitato antico di Pontecagnano (vii-iii a.C.), sorge su un alto morfologico di natura travertinosa, che in antico emergeva di pochi metri dal settore NO della pianura alluvionale costiera del Fiume Sele. I lavori per l’ampliamento dell’autostrada A3 SA-RC hanno intercettato livelli archeologici rappresentativi di ampie porzioni del territorio urbano e periurbano dell’abitato antico e messo in evidenza un record archeostratigrafico che va dal Pleistocene Superiore ad oggi. Lo studio geomorfologico ed archeo-tephro-stratigrafico di dettaglio, corredato da analisi paleoambientali, ha consentito di delineare gli aspetti salienti dell’evoluzione del paesaggio e degli ambienti nel corso dell’Olocene. Le modifiche dell’ambiente e del paesaggio sono state prevalentemente indotte da condizionamenti antropici sul sistema idraulico e forestale e sull’organizzazione del territorio soprattutto per il periodo di vita dell’abitato, dove si coglie un importante bonifica. Nei periodi precedenti e successivi alla vita dell’abitato i cambiamenti ambientali sono stati indotti da variazioni climatiche e dai prodotti delle eruzioni dei vulcani napoletani.
The ancient settlement of Pontecagnano (7th-3rd centuries B.C.) was built up on the travertine plateau overlooking the Sele river on the NW sector of the alluvial-coastal plain. Motorway construction works brought to light archaeological remains of an ancient urban and suburban settlement. Archaeostratigraphical records dated between the late Pleistocene and today have been elucidated. The geomorphological and archaeo-tephro-stratigraphical study, coupled with palaeoenvironmental analysis, allowed us to outline the evolution of the environment during the Holocene. The environmental changes have been mainly induced by human activities, during the 7th -3rd centuries B.C., by land reclamation. During other periods of the Holocene the environmental changes can be attributed to climatic variations and, secondly, to the impact of the distal products of Neapolitan volcanic eruptions on geomorphic systems.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11386/2295016
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact