Il confronto-scontro critico con le implicazioni concettuali e teoretiche della ontologia parmenidea, basate su un inflessibile rigore logico, ha determinato lo sviluppo storico della filosofia occidentale. Ciò appare evidente a partire dalla discussione di tale dottrina da parte di Platone ed anche alla luce della sua radicale reinterpretazione nell’ambito della tradizione neoplatonica. Tale reinterpretazione, per molti versi problematica per gli stessi autori neoplatonici che la propongono, consente di far luce su alcuni aspetti intrinsecamente problematici ed aporetici della prospettiva teoretica neoplatonica. Il metodo di riflessione e la logica ferrea di Parmenide fanno emergere le difficoltà insite nel tentativo di rendere ragione, in senso metafisico e fondativo, del molteplice, del divenire e della differenza. Proprio in considerazione della fondamentale portata, ormai universalmente riconosciuta da tutti gli studiosi, della Wirkungsgeschichte del Neoplatonismo, è possibile comprendere in quale misura ed in che modo l’ontologia parmenidea abbia, anche in maniera non diretta, influenzato e, per molti versi, determinato la natura stessa della riflessione ontologica e metafisica dell’Occidente.

Parmenide e i neoplatonici. Dall'Essere all'Uno e al di là dell'Uno

ABBATE, MICHELE
2010

Abstract

Il confronto-scontro critico con le implicazioni concettuali e teoretiche della ontologia parmenidea, basate su un inflessibile rigore logico, ha determinato lo sviluppo storico della filosofia occidentale. Ciò appare evidente a partire dalla discussione di tale dottrina da parte di Platone ed anche alla luce della sua radicale reinterpretazione nell’ambito della tradizione neoplatonica. Tale reinterpretazione, per molti versi problematica per gli stessi autori neoplatonici che la propongono, consente di far luce su alcuni aspetti intrinsecamente problematici ed aporetici della prospettiva teoretica neoplatonica. Il metodo di riflessione e la logica ferrea di Parmenide fanno emergere le difficoltà insite nel tentativo di rendere ragione, in senso metafisico e fondativo, del molteplice, del divenire e della differenza. Proprio in considerazione della fondamentale portata, ormai universalmente riconosciuta da tutti gli studiosi, della Wirkungsgeschichte del Neoplatonismo, è possibile comprendere in quale misura ed in che modo l’ontologia parmenidea abbia, anche in maniera non diretta, influenzato e, per molti versi, determinato la natura stessa della riflessione ontologica e metafisica dell’Occidente.
9788862742108
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11386/2600967
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact