L’orchidea Limodorum abortivum (L.) Swartz, storicamente considerata mico-eterotrofica, è stata recentemente riconosciuta come mixotrofica, con un tasso di fotosintesi che, ad ogni modo, non compensa la respirazione. Le attuali conoscenze sull’attività fotosintetica di questa specie riguardano unicamente esemplari in condizioni naturali di sviluppo; nulla è noto circa la possibile induzione o repressione della fotosintesi in situazioni in cui la normale micotrofia sia alterata. Allo scopo di chiarire in che modo l’attività fotosintetica sia influenzata da quella micotrofica, è stato condotto uno studio sulla composizione del corredo di pigmenti e sulla concentrazione di clorofille e carotenoidi in foglie, fusti ed ovari di L. abortivum, sia in condizioni naturali che dopo trattamento con un fungicida, attivo nei confronti dei basidiomiceti simbionti. Per la ricerca è stato utilizzato un congruo numero di esemplari di una popolazione presente in un sistema a Pinus halepensis a Punta Tresino (S. Maria C/te, SA). Lo studio dimostra che: (i) in tutti gli organi epigei, alcuni carotenoidi, generalmente abbondanti in piante autotrofe, mancano o sono presenti in concentrazioni ridotte e il corredo di pigmenti non muta in seguito al trattamento col fungicida, (ii) gli ovari presentano la concentrazione più elevata di pigmenti fotosintetici, analogamente a quanto noto per un’altra orchidea mixotrofica, Corallorhiza trifida, (iii) la riduzione della micorrizazione determina, esclusivamente negli ovari, un significativo aumento della concentrazione dei pigmenti implicati nel processo fotosintetico e nella fotoprotezione; tale incremento è correlato alle condizioni di illuminazione in cui le piante si sono sviluppate. A seguito di tali risultati, appare probabile che l’interruzione dell’attività micotrofica induca in L. abortivum un aumento dell’attività fotosintetica, finalizzata principalmente allo sviluppo dei semi.

Attività micotrofica e fotosintetica: bilanciamento della trofia in Limodorum abortivum

BELLINO, ALESSANDRO;BALDANTONI, Daniela;ALFANI, Anna
2010

Abstract

L’orchidea Limodorum abortivum (L.) Swartz, storicamente considerata mico-eterotrofica, è stata recentemente riconosciuta come mixotrofica, con un tasso di fotosintesi che, ad ogni modo, non compensa la respirazione. Le attuali conoscenze sull’attività fotosintetica di questa specie riguardano unicamente esemplari in condizioni naturali di sviluppo; nulla è noto circa la possibile induzione o repressione della fotosintesi in situazioni in cui la normale micotrofia sia alterata. Allo scopo di chiarire in che modo l’attività fotosintetica sia influenzata da quella micotrofica, è stato condotto uno studio sulla composizione del corredo di pigmenti e sulla concentrazione di clorofille e carotenoidi in foglie, fusti ed ovari di L. abortivum, sia in condizioni naturali che dopo trattamento con un fungicida, attivo nei confronti dei basidiomiceti simbionti. Per la ricerca è stato utilizzato un congruo numero di esemplari di una popolazione presente in un sistema a Pinus halepensis a Punta Tresino (S. Maria C/te, SA). Lo studio dimostra che: (i) in tutti gli organi epigei, alcuni carotenoidi, generalmente abbondanti in piante autotrofe, mancano o sono presenti in concentrazioni ridotte e il corredo di pigmenti non muta in seguito al trattamento col fungicida, (ii) gli ovari presentano la concentrazione più elevata di pigmenti fotosintetici, analogamente a quanto noto per un’altra orchidea mixotrofica, Corallorhiza trifida, (iii) la riduzione della micorrizazione determina, esclusivamente negli ovari, un significativo aumento della concentrazione dei pigmenti implicati nel processo fotosintetico e nella fotoprotezione; tale incremento è correlato alle condizioni di illuminazione in cui le piante si sono sviluppate. A seguito di tali risultati, appare probabile che l’interruzione dell’attività micotrofica induca in L. abortivum un aumento dell’attività fotosintetica, finalizzata principalmente allo sviluppo dei semi.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11386/3439477
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact