Giacomo Zanella ed il mondo classico