La fertilizzazione organica vince su quella minerale