Il giro, movimento circolare e onnicomprensivo nell'universo, innesca il moto, di cui è "reggitore" Arimane. Esso è all'origine dei microcicli delle stagioni, della vita sul pianeta, del tempo: «Generatio praeterit et generatio advenit ... Lustrans universa in circuitu pergit spiritus/et in circulos suos revertitur» ("Ecclesiastes", 1, 4 e sgg.). S'apre così abisso dell'hevel, della vanità. Confronto tra la visioen tomistica del moto e quella di Leopardi.

«Girando Senza Posa». Teoria e natura del ciclo nei "Canti" leopardiani"

PELOSI, Pietro
2011

Abstract

Il giro, movimento circolare e onnicomprensivo nell'universo, innesca il moto, di cui è "reggitore" Arimane. Esso è all'origine dei microcicli delle stagioni, della vita sul pianeta, del tempo: «Generatio praeterit et generatio advenit ... Lustrans universa in circuitu pergit spiritus/et in circulos suos revertitur» ("Ecclesiastes", 1, 4 e sgg.). S'apre così abisso dell'hevel, della vanità. Confronto tra la visioen tomistica del moto e quella di Leopardi.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11386/3942202
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact