La pronunzia si inscrive in quella corrente di pensiero che assai di recente sostiene con fermezza l’irricevibilità dell’azione di impugnazione del riconoscimento non veridico da parte di chi l’ha posto in essere nella consapevolezza dell’assenza del legame di procreazione.

Interesse del minore e verità biologica nel riconoscimento di compiacenza. Nota a Trib. Roma 17.10.2012.

STANZIONE, MARIA GABRIELLA
2013

Abstract

La pronunzia si inscrive in quella corrente di pensiero che assai di recente sostiene con fermezza l’irricevibilità dell’azione di impugnazione del riconoscimento non veridico da parte di chi l’ha posto in essere nella consapevolezza dell’assenza del legame di procreazione.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11386/3953403
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact