Il libro è indirizzato agli studiosi, studenti ma non solo, che hanno piacere o necessità di rafforzare la loro comprensione del contesto sanitario nazionale. Con questa prospettiva ho inteso indirizzare il volume ad un’audience molto variegata, composta sia da manager e dirigenti del comparto sanitario, pubblico e privato, cui spetta la governance e la gestione della salute tramite l’erogazione di servizi sanitari, sia da studenti, di corsi universitari, scuole di dottorato o master, curiosi di acquisire maggiore padronanza del complesso servizio sanitario nazionale per fortificare conoscenze, capacità e competitività possedute. La trattazione si sviluppa alternando elementi teorici ad esemplificazioni, non sfuggendo al lettore la necessità sia delle une che delle altre. La sanità, infatti, è un contesto complesso e necessita di ausili teorici capaci di rafforzare ed indirizzare l’osservatore che, ad ogni modo, troverà nelle numerose esemplificazioni, una guida ad una maggiore comprensione delle teorie, poiché caratterizzate all’oggetto di studio. Per raggiungere queste finalità, il presente lavoro introduce, nel capitolo primo, il contesto sanitario nazionale descrivendo il quadro legislativo e le logiche ispiratrici, confrontando altresì lo stesso con il sistema di matrice statunitense (cap. 1 – il contesto), tratteggiandone gli elementi critici e le motivazioni per le quali in Italia vi sono difficoltà strutturali che inibiscono una diffusa e continuativa erogazione di servizi di qualità. Le complessità, e le inefficienze palesate dal Servizio Sanitario Nazionale, pertanto, suggeriscono l’approfondimento di profili teorici che agevolano la comprensione di fenomeni complessi, quali le teorie sistemiche, che sono pertanto declinate nell’ambito del capitolo secondo (cap. 2 – il metodo), ed in particolare l’Approccio Sistemico Vitale, ivi declinato. La prospettiva sistemica, invero, induce ad una lettura del contesto sanitario quale rete di attori. Il successivo capitolo terzo (cap. 3 – la struttura), quindi, osserva il Servizio Sanitario Nazionale quale rete di attori connessi ed interagenti, aventi l’obiettivo, tramite processi di co-creazione di valore, di perseguire la salute pubblica. La struttura specifica composta dalla rete tra attori, ossia il network sanitario, appare infatti strumentale alla governance delle istanze, evidenziate nella trattazione dall’analisi sistemica, mediante logiche reticolari a supporto della co-creazione di valore. Assecondando una logica relazionale, di tipo reticolare, gli scambi di valore in sanità possono essere meglio interpretati alla luce di alcune recenti teorie della service research, che inducono a ripensare le logiche alla base dello scambio di valore in generale e che, proficuamente, possono essere applicate alle interazioni tra attori in sanità. Il capitolo quarto (cap. 4 – la finalità), quindi, introduce la proposta scientifica offerta dalla Service Dominant logic, l’emergere della nuova scienza del servizio, passando poi a introdurre i complessi sistemi di servizio, quali elementi chiave degli scambi di valore tra attori nel contesto sanitario nazionale. Nell’ambito del capitolo conclusivo (cap. 5 – la soluzione), infine, si deducono alcune implicazioni derivanti dalle su esposte teorie, utili alla definizione dei modelli di governance e gestione per gli attori operanti nel contesto sanitario italiano, derivanti dalle recenti teorie sul servizio, valorizzando altresì gli spunti derivanti dalla ricerca sui sistemi vitali e sui network.

Management sanitario in ottica sistemico vitale

POLESE, Francesco
2013

Abstract

Il libro è indirizzato agli studiosi, studenti ma non solo, che hanno piacere o necessità di rafforzare la loro comprensione del contesto sanitario nazionale. Con questa prospettiva ho inteso indirizzare il volume ad un’audience molto variegata, composta sia da manager e dirigenti del comparto sanitario, pubblico e privato, cui spetta la governance e la gestione della salute tramite l’erogazione di servizi sanitari, sia da studenti, di corsi universitari, scuole di dottorato o master, curiosi di acquisire maggiore padronanza del complesso servizio sanitario nazionale per fortificare conoscenze, capacità e competitività possedute. La trattazione si sviluppa alternando elementi teorici ad esemplificazioni, non sfuggendo al lettore la necessità sia delle une che delle altre. La sanità, infatti, è un contesto complesso e necessita di ausili teorici capaci di rafforzare ed indirizzare l’osservatore che, ad ogni modo, troverà nelle numerose esemplificazioni, una guida ad una maggiore comprensione delle teorie, poiché caratterizzate all’oggetto di studio. Per raggiungere queste finalità, il presente lavoro introduce, nel capitolo primo, il contesto sanitario nazionale descrivendo il quadro legislativo e le logiche ispiratrici, confrontando altresì lo stesso con il sistema di matrice statunitense (cap. 1 – il contesto), tratteggiandone gli elementi critici e le motivazioni per le quali in Italia vi sono difficoltà strutturali che inibiscono una diffusa e continuativa erogazione di servizi di qualità. Le complessità, e le inefficienze palesate dal Servizio Sanitario Nazionale, pertanto, suggeriscono l’approfondimento di profili teorici che agevolano la comprensione di fenomeni complessi, quali le teorie sistemiche, che sono pertanto declinate nell’ambito del capitolo secondo (cap. 2 – il metodo), ed in particolare l’Approccio Sistemico Vitale, ivi declinato. La prospettiva sistemica, invero, induce ad una lettura del contesto sanitario quale rete di attori. Il successivo capitolo terzo (cap. 3 – la struttura), quindi, osserva il Servizio Sanitario Nazionale quale rete di attori connessi ed interagenti, aventi l’obiettivo, tramite processi di co-creazione di valore, di perseguire la salute pubblica. La struttura specifica composta dalla rete tra attori, ossia il network sanitario, appare infatti strumentale alla governance delle istanze, evidenziate nella trattazione dall’analisi sistemica, mediante logiche reticolari a supporto della co-creazione di valore. Assecondando una logica relazionale, di tipo reticolare, gli scambi di valore in sanità possono essere meglio interpretati alla luce di alcune recenti teorie della service research, che inducono a ripensare le logiche alla base dello scambio di valore in generale e che, proficuamente, possono essere applicate alle interazioni tra attori in sanità. Il capitolo quarto (cap. 4 – la finalità), quindi, introduce la proposta scientifica offerta dalla Service Dominant logic, l’emergere della nuova scienza del servizio, passando poi a introdurre i complessi sistemi di servizio, quali elementi chiave degli scambi di valore tra attori nel contesto sanitario nazionale. Nell’ambito del capitolo conclusivo (cap. 5 – la soluzione), infine, si deducono alcune implicazioni derivanti dalle su esposte teorie, utili alla definizione dei modelli di governance e gestione per gli attori operanti nel contesto sanitario italiano, derivanti dalle recenti teorie sul servizio, valorizzando altresì gli spunti derivanti dalla ricerca sui sistemi vitali e sui network.
9-788834-872833
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11386/4077853
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact