La proposta di revisione della norma UNI 10339 è finalmente una realtà. Dopo un lungo percorso che ha visto impegnato un gruppo di lavoro AiCARR-CTI coordinato dal Prof. Cesare Maria Joppolo, la proposta sta per andare in inchiesta pubblica UNI. Questa notizia era attesa da molto tempo dagli addetti ai lavori, se non altro perché la 10339 è la norma di riferimento a livello nazionale per la progettazione degli impianti aeraulici per la climatizzazione dell’aria e la versione attualmente vigente, che risale al 1995 [1], non tiene conto di una serie di prescrizioni previste dalle norme pubblicate negli ultimi anni nell’ambito del mandato M343 relativo all’applicazione della EPBD. La proposta presenta una serie di novità, legate soprattutto al fatto che viene posta grande attenzione agli aspetti della qualità ambientale, nel senso che l’impianto deve garantire una determinata classe di qualità dell’aria e di comfort termoigrometrico. Ormai da anni la qualità dell’aria e il comfort termoigrometico vengono classificati iin funzione delle aspettative medie delle persone esposte agli ambienti, come mostrato in Tabella 1; la norma UNI EN 15251 prevede 4 classi: passando dalla prima all’ultima ovviamente si riducono le aspettative delle persone e quindi le prestazioni richieste all’impianto. Questo nuovo approccio è da una parte scontato dall’altra rivoluzionario. Scontato perché è normale che un impianto per la climatizzazione debba avere come fine il soddisfacimento delle condizioni di comfort per l’utente, rivoluzionario perché sancisce in maniera incontrovertibile che deve esserci sinergia tra la progettazione dell’impianto, quella dell’involucro e la qualità dell’ambiente interno, il tutto ovviamente nel rispetto del risparmio energetico.

Impianti aeraulici per la climatizzazione. UNI 10339 presto in inchiesta pubblica.

D'AMBROSIO, Francesca Romana;
2013

Abstract

La proposta di revisione della norma UNI 10339 è finalmente una realtà. Dopo un lungo percorso che ha visto impegnato un gruppo di lavoro AiCARR-CTI coordinato dal Prof. Cesare Maria Joppolo, la proposta sta per andare in inchiesta pubblica UNI. Questa notizia era attesa da molto tempo dagli addetti ai lavori, se non altro perché la 10339 è la norma di riferimento a livello nazionale per la progettazione degli impianti aeraulici per la climatizzazione dell’aria e la versione attualmente vigente, che risale al 1995 [1], non tiene conto di una serie di prescrizioni previste dalle norme pubblicate negli ultimi anni nell’ambito del mandato M343 relativo all’applicazione della EPBD. La proposta presenta una serie di novità, legate soprattutto al fatto che viene posta grande attenzione agli aspetti della qualità ambientale, nel senso che l’impianto deve garantire una determinata classe di qualità dell’aria e di comfort termoigrometrico. Ormai da anni la qualità dell’aria e il comfort termoigrometico vengono classificati iin funzione delle aspettative medie delle persone esposte agli ambienti, come mostrato in Tabella 1; la norma UNI EN 15251 prevede 4 classi: passando dalla prima all’ultima ovviamente si riducono le aspettative delle persone e quindi le prestazioni richieste all’impianto. Questo nuovo approccio è da una parte scontato dall’altra rivoluzionario. Scontato perché è normale che un impianto per la climatizzazione debba avere come fine il soddisfacimento delle condizioni di comfort per l’utente, rivoluzionario perché sancisce in maniera incontrovertibile che deve esserci sinergia tra la progettazione dell’impianto, quella dell’involucro e la qualità dell’ambiente interno, il tutto ovviamente nel rispetto del risparmio energetico.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11386/4195951
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact