Il paradigma tradizionale del business elettrico sta profondamente cambiando spostando l’attenzione dalle tradizionali fonti energetiche non rinnovabili verso fonti energetiche rinnovabili. Il sistema energetico è sempre più orientato al perseguimento di tre obiettivi: l’integrazione ottimale delle fonti rinnovabili nella rete di distribuzione elettrica, l’aumento dell’efficienza, della sicurezza e dell’affidabilità del servizio e la creazione di un mercato competitivo dell’energia. Il passaggio che ormai si impone è quello verso la smart grid, ovvero “una rete di trasporto e distribuzione di energia elettrica di nuova generazione in grado di integrare intelligentemente il comportamento e le azioni di tutti gli utenti ad essa connessi – produttori, consumatori e produttori/consumatori – allo scopo di assicurare un approvvigionamento elettrico efficiente, sostenibile, economico e sicuro” [European Technology Platform «Smartgrids», 2006]. Nello sviluppo delle smart grid, le tecnologie ICT rappresentano un elemento essenziale: le tecnologie informatiche rappresentano infatti una tecnologia abilitante in grado di conferire al sistema le caratteristiche di “intelligenza” necessarie a svolgere le funzioni “smart” della rete. Nel processo di ridefinizione del business dell’energia che si caratterizza per l’interrelazione che viene a crearsi tra il settore elettrico ed il settore ICT, diviene fondamentale indagare il ruolo che le imprese, vecchie e nuove, possono giocare nel processo di cambiamento del settore. In questo contesto, il paper si ripropone di mettere in luce il ruolo delle start-up ICT provenienti dal mondo della ricerca nello sviluppo delle smart grid. Dal punto di vista teorico il lavoro può essere inquadrato nell’ambito degli studi che analizzano i processi di trasformazione dei settori economici, ed in particolare di quelli che si sono focalizzati sull’analisi dei fattori e degli attori che guidano il cambiamento [Geels, 2002; Geels, 2004; Geels e Schot, 2007; Geels e Raven, 2006; Dolata, 2009; Erlinghagen e Markard, 2012].

Il ruolo delle start-up ICT-based nel cambiamento del paradigma di business: il caso delle smart grid

PARENTE, Roberto;FEOLA, ROSANGELA;RASSEGA, VALTER
2013

Abstract

Il paradigma tradizionale del business elettrico sta profondamente cambiando spostando l’attenzione dalle tradizionali fonti energetiche non rinnovabili verso fonti energetiche rinnovabili. Il sistema energetico è sempre più orientato al perseguimento di tre obiettivi: l’integrazione ottimale delle fonti rinnovabili nella rete di distribuzione elettrica, l’aumento dell’efficienza, della sicurezza e dell’affidabilità del servizio e la creazione di un mercato competitivo dell’energia. Il passaggio che ormai si impone è quello verso la smart grid, ovvero “una rete di trasporto e distribuzione di energia elettrica di nuova generazione in grado di integrare intelligentemente il comportamento e le azioni di tutti gli utenti ad essa connessi – produttori, consumatori e produttori/consumatori – allo scopo di assicurare un approvvigionamento elettrico efficiente, sostenibile, economico e sicuro” [European Technology Platform «Smartgrids», 2006]. Nello sviluppo delle smart grid, le tecnologie ICT rappresentano un elemento essenziale: le tecnologie informatiche rappresentano infatti una tecnologia abilitante in grado di conferire al sistema le caratteristiche di “intelligenza” necessarie a svolgere le funzioni “smart” della rete. Nel processo di ridefinizione del business dell’energia che si caratterizza per l’interrelazione che viene a crearsi tra il settore elettrico ed il settore ICT, diviene fondamentale indagare il ruolo che le imprese, vecchie e nuove, possono giocare nel processo di cambiamento del settore. In questo contesto, il paper si ripropone di mettere in luce il ruolo delle start-up ICT provenienti dal mondo della ricerca nello sviluppo delle smart grid. Dal punto di vista teorico il lavoro può essere inquadrato nell’ambito degli studi che analizzano i processi di trasformazione dei settori economici, ed in particolare di quelli che si sono focalizzati sull’analisi dei fattori e degli attori che guidano il cambiamento [Geels, 2002; Geels, 2004; Geels e Schot, 2007; Geels e Raven, 2006; Dolata, 2009; Erlinghagen e Markard, 2012].
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11386/4204054
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact