Il contributo si concentra sulla posizione del consumatore in caso di pratiche commerciali scorrette, in considerazione della necessità di tutelare, oltre che il singolo soggetto coinvolto, anche il mercato in senso ampio. Si analizzano, dunque, i rapporti sussistenti fra disciplina generale in tema di contratto e disciplina inserita nel codice del consumo, anche alla luce degli interventi da parte del legislatore europeo. In quest’ambito, l’A. si interroga se nella nozione di ‘consumatore’ possa rientrare anche l’imprenditore debole, muovendo dal presupposto che la questione centrale è individuare non una categoria, ma una posizione da tutelare. L’indagine, quindi, si concentra sull'analisi dei rimedi contro le pratiche commerciali scorrette (diritto di recesso, azione di annullamento, azione di nullità, azione risarcitoria) e sul ruolo delle clausole generali di buona fede e correttezza; è riletta criticamente, in particolare, la posizione che distingue rigidamente fra regole di comportamento e regole di validità del contratto. Particolare attenzione è dedicata alla tutela collettiva, sul presupposto che la l’interprete debba comunque individuare, di volta in volta, il rimedio più idoneo in relazione alle peculiarità del caso concreto.

Timeo Danaos et dona ferentes. La tutela del consumatore e delle microimprese nelle pratiche commerciali scorrette

VALENTINO, Daniela
2013

Abstract

Il contributo si concentra sulla posizione del consumatore in caso di pratiche commerciali scorrette, in considerazione della necessità di tutelare, oltre che il singolo soggetto coinvolto, anche il mercato in senso ampio. Si analizzano, dunque, i rapporti sussistenti fra disciplina generale in tema di contratto e disciplina inserita nel codice del consumo, anche alla luce degli interventi da parte del legislatore europeo. In quest’ambito, l’A. si interroga se nella nozione di ‘consumatore’ possa rientrare anche l’imprenditore debole, muovendo dal presupposto che la questione centrale è individuare non una categoria, ma una posizione da tutelare. L’indagine, quindi, si concentra sull'analisi dei rimedi contro le pratiche commerciali scorrette (diritto di recesso, azione di annullamento, azione di nullità, azione risarcitoria) e sul ruolo delle clausole generali di buona fede e correttezza; è riletta criticamente, in particolare, la posizione che distingue rigidamente fra regole di comportamento e regole di validità del contratto. Particolare attenzione è dedicata alla tutela collettiva, sul presupposto che la l’interprete debba comunque individuare, di volta in volta, il rimedio più idoneo in relazione alle peculiarità del caso concreto.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11386/4247253
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact