L'autonomia al confine tra "enhancement" e terapia