Bagnoli: una difficile transizione