Carl Schmitt e la tradizione moderna