Schopenhauer e la didattica della matematica