Gabriele De Rosa e le Edizioni di Storia e Letteratura