Nel 2014 Bruno Leone, noto burattinaio napoletano, mette in scena tre celebri atti unici di Eduardo De Filippo, Pericolosamente, L’Amicizia e Sik-Sik, l'artefice magico. L’anno successivo il regista Francesco Saponaro realizza un film documentario, della durata di quarantacinque minuti, che racconta due dei capolavori umoristici allestiti da Leone (Pericolosamente e Sik Sik, l’artefice magico) le cui marionette hanno, questa volta, le voci di celebri attori napoletani. Il video è presentato al Giffoni Film Festival e mostra il laboratorio figurativo, la rappresentazione e la platea degli alunni dell’Istituto Comprensivo “Adelaide Ristori” di Napoli che assistono con divertita partecipazione a questa originale versione eduardiana. La trasposizione dal teatro degli attori a quello dei burattini nasce con l’intento di avvicinare e far conoscere la drammaturgia universale di Eduardo alle giovani generazioni. Il progetto ha poi preso corpo in occasione del trentennale eduardiano e delle celebrazioni organizzate nell’ambito del Forum delle Culture, promosso dal Comune di Napoli. Di Luca De Filippo, una delle voci delle marionette, la straordinaria intuizione di trasformare in un film la messa in scena dei due atti unici. Il saggio intende percorre il passaggio dei testi drammatici dalla pagina scritta al teatro di figura e, da questo, al codice cinematografico analizzando il valore artistico della trasmigrazione linguistica e la dimensione educativa dell’operazione. In 2014 Bruno Leone, famous Neapolitan puppeteer, stages three celebrated Eduardo De Filippo’s one-act plays, Pericolosamente, L’Amicizia and Sik-Sik, l'artefice magico. One year later the director Francesco Saponaro filming a documentary, forty-five minutes long, which tells two of humorous masterpieces prepared by Leone (Pericolosamente e Sik Sik, l’artefice magico) whose puppets have, this time, the voices of famed Neapolitan actors. The video, presented at the Giffoni Film Festival, shows laboratory, representation and audience of pupils of the Comprehensive "Adelaide Ristori" of Naples that assist with amused participation in this original version. The transposition from the stage of the actors to the theater of the puppet is to bring and promote the universal drama of Eduardo to the younger generations. The project then took shape during the celebrations organized for the thirtieth anniversary of the death of Eduardo under the Forum of Cultures, sponsored by the city of Naples. Luca De Filippo, one of the voices of the puppets, has the extraordinary intuition to make into a movie the staging of the two one-act plays. The paper aims to pass along the dramatic texts from the written page to the puppet theater and, from this, to the cinema underlining the artistic value of linguistic transmigration and educational dimension of the operation.

Eduardo e i burattini. Un codice moderno per un linguaggio antico

SAPIENZA, Annamaria
2016

Abstract

Nel 2014 Bruno Leone, noto burattinaio napoletano, mette in scena tre celebri atti unici di Eduardo De Filippo, Pericolosamente, L’Amicizia e Sik-Sik, l'artefice magico. L’anno successivo il regista Francesco Saponaro realizza un film documentario, della durata di quarantacinque minuti, che racconta due dei capolavori umoristici allestiti da Leone (Pericolosamente e Sik Sik, l’artefice magico) le cui marionette hanno, questa volta, le voci di celebri attori napoletani. Il video è presentato al Giffoni Film Festival e mostra il laboratorio figurativo, la rappresentazione e la platea degli alunni dell’Istituto Comprensivo “Adelaide Ristori” di Napoli che assistono con divertita partecipazione a questa originale versione eduardiana. La trasposizione dal teatro degli attori a quello dei burattini nasce con l’intento di avvicinare e far conoscere la drammaturgia universale di Eduardo alle giovani generazioni. Il progetto ha poi preso corpo in occasione del trentennale eduardiano e delle celebrazioni organizzate nell’ambito del Forum delle Culture, promosso dal Comune di Napoli. Di Luca De Filippo, una delle voci delle marionette, la straordinaria intuizione di trasformare in un film la messa in scena dei due atti unici. Il saggio intende percorre il passaggio dei testi drammatici dalla pagina scritta al teatro di figura e, da questo, al codice cinematografico analizzando il valore artistico della trasmigrazione linguistica e la dimensione educativa dell’operazione. In 2014 Bruno Leone, famous Neapolitan puppeteer, stages three celebrated Eduardo De Filippo’s one-act plays, Pericolosamente, L’Amicizia and Sik-Sik, l'artefice magico. One year later the director Francesco Saponaro filming a documentary, forty-five minutes long, which tells two of humorous masterpieces prepared by Leone (Pericolosamente e Sik Sik, l’artefice magico) whose puppets have, this time, the voices of famed Neapolitan actors. The video, presented at the Giffoni Film Festival, shows laboratory, representation and audience of pupils of the Comprehensive "Adelaide Ristori" of Naples that assist with amused participation in this original version. The transposition from the stage of the actors to the theater of the puppet is to bring and promote the universal drama of Eduardo to the younger generations. The project then took shape during the celebrations organized for the thirtieth anniversary of the death of Eduardo under the Forum of Cultures, sponsored by the city of Naples. Luca De Filippo, one of the voices of the puppets, has the extraordinary intuition to make into a movie the staging of the two one-act plays. The paper aims to pass along the dramatic texts from the written page to the puppet theater and, from this, to the cinema underlining the artistic value of linguistic transmigration and educational dimension of the operation.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11386/4664788
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact