In the educational system of Don Bosco, music holds a privileged position. The oratory, a young and “live” context of education, finds in music the essence of sharing and the possibility of growing together. In the words of the saint, music becomes the spirit of the oratory itself, and defines itself as the art which is able to transmit at the same time socialization, study, and asceticism. From the sacredness of the practice of sound, from the professionalism of chamber music, the act of love that is outlined using the art of music is revealed as central and irreplaceable in the vision and existential accomplishment of this great intellectual and man of faith.

La dimensione musicale si rivela quale orizzonte di senso privilegiato del sistema educativo di Don Bosco. L’oratorio, contesto di formazione ‘vivo’ e giovane, scopre nella musica l’essenza stessa della condivisione e della possibilità di crescere insieme. Nelle parole del santo la musica diviene l’anima dell’oratorio stesso, e si configura quale arte capace di veicolare, al contempo, socializzazione, studio, ascesi. Dalla sacralità alla ‘pratica del suono’, dal professionismo alla musica d’insieme, l’«atto d’amore» che viene declinato mediante l’arte musicale si rivela centrale ed insostituibile nella visione di crescita e ‘compimento’ esistenziale del grande intellettuale ed uomo di fede.

«Un oratorio senza musica è un corpo senz’anima». Gli orizzonti musicali di Don Bosco tra armonia, condivisione, aggregazione e formazione.

ACONE, LEONARDO
2016

Abstract

La dimensione musicale si rivela quale orizzonte di senso privilegiato del sistema educativo di Don Bosco. L’oratorio, contesto di formazione ‘vivo’ e giovane, scopre nella musica l’essenza stessa della condivisione e della possibilità di crescere insieme. Nelle parole del santo la musica diviene l’anima dell’oratorio stesso, e si configura quale arte capace di veicolare, al contempo, socializzazione, studio, ascesi. Dalla sacralità alla ‘pratica del suono’, dal professionismo alla musica d’insieme, l’«atto d’amore» che viene declinato mediante l’arte musicale si rivela centrale ed insostituibile nella visione di crescita e ‘compimento’ esistenziale del grande intellettuale ed uomo di fede.
In the educational system of Don Bosco, music holds a privileged position. The oratory, a young and “live” context of education, finds in music the essence of sharing and the possibility of growing together. In the words of the saint, music becomes the spirit of the oratory itself, and defines itself as the art which is able to transmit at the same time socialization, study, and asceticism. From the sacredness of the practice of sound, from the professionalism of chamber music, the act of love that is outlined using the art of music is revealed as central and irreplaceable in the vision and existential accomplishment of this great intellectual and man of faith.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11386/4676098
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact