L’Io in rapporto costante con il Tu. È la logica «dialogica» di Lipps