Lo scritto affronta il tema della riforma del Terzo settore con particolare riferimento al rapporto tra lucratività e finalità ideale. Nell’analizzare le linee guida della legge delega n. 106 del 2016, l’autore ammonisce l’interprete sulla necessità di non sovrapporre i piani sui quali operano i concetti lucro e scopo ideale. Assunto che la lucratività non è la negazione della finalità ideale, si riscontra l’inadeguatezza dei modelli organizzativi del Libro I del codice civile rispetto all’esercizio dell’attività di impresa. Per questa via, si esprimono talune considerazioni sul valore della legge delega e sull’impegnativo compito del Governo.

Lucratività e scopo ideale alla luce della riforma del terzo settore

D'AMBROSIO, Marcello
2017

Abstract

Lo scritto affronta il tema della riforma del Terzo settore con particolare riferimento al rapporto tra lucratività e finalità ideale. Nell’analizzare le linee guida della legge delega n. 106 del 2016, l’autore ammonisce l’interprete sulla necessità di non sovrapporre i piani sui quali operano i concetti lucro e scopo ideale. Assunto che la lucratività non è la negazione della finalità ideale, si riscontra l’inadeguatezza dei modelli organizzativi del Libro I del codice civile rispetto all’esercizio dell’attività di impresa. Per questa via, si esprimono talune considerazioni sul valore della legge delega e sull’impegnativo compito del Governo.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11386/4688806
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact