Sul "dorso di una tigre". Critica della finitezza, invenzioni del limite