Osservazioni epigrafiche sulla lapide di un Paschasius, abbas del VI secolo, pervenuta nel territorio di Cava de' Tirreni dalla Puglia garganica.