Il lavoro si occupa della recente normativa relativa al conflitto di interessi. Dopo un sintetico richiamo alle convenzioni internazionali ed alle matrici storiche dell’istituto, tese anche ad evidenziare la diversità ontologica con le fattispecie illecite e penalmente rilevanti, ci si è soffermati sulla novella recata dalla l. n. 190 del 2012, che ha introdotto l’art. 6 bis alla legge sul procedimento amministrativo. In particolare, richiamando pertinenti e recenti indirizzi giurisprudenziali sono stati forniti criteri interpretativi tesi a chiarire la portata applicativa dell’istituto in esame, in special modo nel settore degli affidamenti dei contratti pubblici, rispetto ai quali si registra anche l’intervento dell’Anac. Al contempo sono state evidenziate le possibili anomalie derivanti da un’impropria e generalizzata applicazione della disciplina, capaci di inibire gli stessi poteri gestionali qualora la sussistenza di un conflitto di interesse venga ancorata a situazioni ambientali e socio-economiche eccessivamente generiche e indeterminate.

Dal principio della moglie di Cesare alle Convenzioni internazionali contro la corruzione: il de praeterito e il de futuro del conflitto di interessi

francesco armenante
2019

Abstract

Il lavoro si occupa della recente normativa relativa al conflitto di interessi. Dopo un sintetico richiamo alle convenzioni internazionali ed alle matrici storiche dell’istituto, tese anche ad evidenziare la diversità ontologica con le fattispecie illecite e penalmente rilevanti, ci si è soffermati sulla novella recata dalla l. n. 190 del 2012, che ha introdotto l’art. 6 bis alla legge sul procedimento amministrativo. In particolare, richiamando pertinenti e recenti indirizzi giurisprudenziali sono stati forniti criteri interpretativi tesi a chiarire la portata applicativa dell’istituto in esame, in special modo nel settore degli affidamenti dei contratti pubblici, rispetto ai quali si registra anche l’intervento dell’Anac. Al contempo sono state evidenziate le possibili anomalie derivanti da un’impropria e generalizzata applicazione della disciplina, capaci di inibire gli stessi poteri gestionali qualora la sussistenza di un conflitto di interesse venga ancorata a situazioni ambientali e socio-economiche eccessivamente generiche e indeterminate.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11386/4733329
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact