La traduzione culturale e filosofica: dalla teoria al testo

Colucciello, Mariarosaria;
2019

978-88-6866-601-9
Questo saggio si compone di due parti: la prima fa un excursus sulla tradizione culturale e filosofica, la seconda si occupa di spiegare le strategie traduttologiche usate da Mariarosaria Colucciello e Giovanna Scocozza, le quali hanno selezionato alcuni saggi del filosofo e accademico cubano Pablo Guadarrama al fine di offrire al lettore italiano il pensiero di un uomo che, con i suoi studi, ha continuato a garantire, sulla scia di suoi illustri predecessori, un’incursione constante nel “filosofare” in America Latina, inteso nella sua accezione più ampia, originale ed autentica. Guadarrama ha, infatti, dedicato parte importante della sua ricerca e della sua vita accademica all’individuazione di strumenti metodologici appropriati ad un’investigazione storico-filosofica che restituisse la giusta rilevanza al pensiero latinoamericano, arginando il dilagare dell’eurocentrismo attraverso una rielaborazione della specificità stessa della filosofia, delle sue origini e delle sue funzioni. L’offensiva neoliberale ha spinto Guadarrama a ritenere che il futuro dell’umanità non poteva essere né il cosiddetto “socialismo reale”, né tantomeno il “capitalismo reale”: da qui l’esigenza di una filosofia che in America latina non ha avuto solo il compito di comprendere la sua epoca da un punto di vista teorico, bensì anche quello di prendere coscienza della sua azione concreta. Solo ciò può far intendere perché i maggiori pensatori latinoamericani non si siano limitati a costruire speculativi sistemi filosofici, ma si siano piuttosto soffermati sulle necessità socio-politiche delle loro epoche, basandosi su esigenze epistemologiche e assiologiche, e delineando così la loro fondamentale autenticità. Guadarrama ha inteso dimostrare che, nonostante la sopravvivenza nel pensiero e nella cultura latinoamericana del XX secolo di tendenze e forze alienanti, retrograde e conservatrici, ereditate dall’epoca coloniale, si è imposto, ha prevalso e, alla fine, ha trionfato, un pensiero umanista e disalienante, che in generale ha prodotto un’incoraggiante prassi emancipatrice della “condizione umana”. L’opera critica e traduttologica di Giovanna Scocozza e di Mariarosaria Colucciello, quindi, si prefigge l’obiettivo di porre in rilievo tali concetti, al fine di rafforzare l’idea secondo la quale il pensiero filosofico e politico latinoamericano, pur conservando la sua specificità e autenticità, è parte attiva dell’umanesimo e della cultura universale.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11386/4735207
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact