This articles contributes to the studies on museum education, with particular reference to the recent changes in the role of the museum, called to receive and educate increasingly heterogeneous audiences. Through an interdisciplinary reflection involving pedagogy, teaching, technology, body and movement sciences, we explore and discuss the potential role of immersive technologies in promoting learning from the experience of art. After introducing the essential lines of the debate on the social role of the museum and the most authoritative contemporary theories of museum education, we focus on the technologies that most enhance the potential of the body and movement in learning processes. In closing, a brief bibliographical review is proposed to describe the state of the art of scientific research on these issues, highlighting the lack of studies capable of enhancing the contribution of education sciences and pedagogy.

Questo contributo si inserisce nell’ambito degli studi sulla didattica museale, con particolare riferimento ai cambiamenti recenti nel ruolo del museo, chiamato ad accogliere e formare pubblici sempre più eterogenei. Attraverso una riflessione interdisciplinare che coinvolge pedagogia, didattica, tecnologia, scienze del corpo e del movimento, viene esplorato il potenziale ruolo delle tecnologie immersive nel favorire l’apprendimento dall’esperienza di fruizione dell’arte. Dopo aver introdotto le linee essenziali del dibattito sul ruolo sociale del museo e le più autorevoli teorie contemporanee di didattica museale, ci si sofferma sulle tecnologie che valorizzano maggiormente il potenziale del corpo e del movimento nei processi di apprendimento. In chiusura, viene proposta una sintetica rassegna bibliografica che descrive lo stato dell’arte della ricerca scientifica su questi temi, evidenziando la carenza di studi in grado di valorizzare l’apporto delle scienze pedagogiche e della didattica.

L’esperienza dell’arte. Il ruolo delle tecnologie immersive nella didattica museale.

Silvia Coppola;Silvia Zanazzi
2020

Abstract

Questo contributo si inserisce nell’ambito degli studi sulla didattica museale, con particolare riferimento ai cambiamenti recenti nel ruolo del museo, chiamato ad accogliere e formare pubblici sempre più eterogenei. Attraverso una riflessione interdisciplinare che coinvolge pedagogia, didattica, tecnologia, scienze del corpo e del movimento, viene esplorato il potenziale ruolo delle tecnologie immersive nel favorire l’apprendimento dall’esperienza di fruizione dell’arte. Dopo aver introdotto le linee essenziali del dibattito sul ruolo sociale del museo e le più autorevoli teorie contemporanee di didattica museale, ci si sofferma sulle tecnologie che valorizzano maggiormente il potenziale del corpo e del movimento nei processi di apprendimento. In chiusura, viene proposta una sintetica rassegna bibliografica che descrive lo stato dell’arte della ricerca scientifica su questi temi, evidenziando la carenza di studi in grado di valorizzare l’apporto delle scienze pedagogiche e della didattica.
This articles contributes to the studies on museum education, with particular reference to the recent changes in the role of the museum, called to receive and educate increasingly heterogeneous audiences. Through an interdisciplinary reflection involving pedagogy, teaching, technology, body and movement sciences, we explore and discuss the potential role of immersive technologies in promoting learning from the experience of art. After introducing the essential lines of the debate on the social role of the museum and the most authoritative contemporary theories of museum education, we focus on the technologies that most enhance the potential of the body and movement in learning processes. In closing, a brief bibliographical review is proposed to describe the state of the art of scientific research on these issues, highlighting the lack of studies capable of enhancing the contribution of education sciences and pedagogy.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11386/4748298
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact