Introduzione: Numerose ricerche hanno evidenziato negli studenti universitari la manifestazione, in seguito all’insorgenza della pandemia da COVID-19, di difficoltà legate sia allo stato di salute psicologica sia all’esperienza della Didattica a Distanza (DaD) (Li et al., 2020; Zhang et al., 2020; Chirikov et al., 2020). È stata condotta un’indagine rivolta a tutti gli studenti dell’Università di Salerno sul loro stato di salute psicologica durante il primo lockdown e sull’esperienza della DaD e delle attività ad essa connesse, quali lezioni, esami e tutorato, confrontando i dati raccolti tra studenti con disabilità/ disturbi dell’apprendimento (DSA) e studenti normotipici. Metodo: I partecipanti sono stati in totale n°163 (di cui n° 67 con disabilità/DSA – Gruppo 1 e n° 96 normotipo – Gruppo 2) (media età 23 anni). È stato predisposto, sulla piattaforma Survey Monkey, un questionario (in forma anonima) composto da n°5 items ad hoc sulla DaD e gli items del test FS-12 sullo stato di salute psicologica. Gli studenti sono stati contattati, al termine del mese di aprile 2020, attraverso la mailing list dedicata. Il tempo impiegato per rispondere è stato di circa 2 minuti a soggetto. Risultati: Per ciò che concerne la dimensione del benessere psicologico si sono evidenziate differenze rilevanti tra i due gruppi, in quanto è stata riscontrata una vulnerabilità maggiore agli stressors da lockdown e DaD per gli studenti normotipici rispetto al gruppo con disabilità/DSA. Infatti, in relazione alla sensazione di calma e serenità percepiti durante il periodo di lockdown, solo il 1% del Gruppo 2 ha risposto “sempre” contro il 40% del Gruppo 1. Il 57% del Gruppo 2 ha dichiarato che “raramente” si è sentito pieno di energia contro il 35% del Gruppo 1. Di grande rilevanza è il dato emerso in relazione al sentirsi scoraggiato o stanco: il 47% del Gruppo 2 ha risposto “quasi sempre” contro il 18% degli studenti con disabilità/DSA. Per ciò che concerne la valutazione degli items relativi alla 372 DaD, per l’82% degli studenti con disabilità/DSA la didattica a distanza è stata utile, contro il 40% degli studenti normotipici; il 40% di entrambi i gruppi vorrebbe continuare la DaD anche dopo il rientro in presenza. Questi dati sono spiegabili con l’efficacia della DaD, che ha fornito agli studenti con bisogni formativi speciali opportunità applicative delle misure compensative previste dalla ex legge 17/99 e dalla legge 170/2010, come l’utilizzo del computer, la registrazione della lezione, ecc. Discussione: Tutti gli studenti intervistati hanno riferito numerose difficoltà psicologiche e relazionali. L’esperienza in DaD degli studenti con disabilità/DSA è stata maggiormente positiva rispetto a quella dei coetanei normotipici, a causa del ruolo di agente di compensazione che gli strumenti tecnologici hanno rappresentato per i loro bisogni formativi speciali.

Percezione dello stato di salute e valutazione della DAD durante il lockdown per il COVID-19: confronto tra studenti universitari con disabilità/disturbi dell’apprendimento e studenti normotipici.

Carpinelli L.;Savarese G.
2021

Abstract

Introduzione: Numerose ricerche hanno evidenziato negli studenti universitari la manifestazione, in seguito all’insorgenza della pandemia da COVID-19, di difficoltà legate sia allo stato di salute psicologica sia all’esperienza della Didattica a Distanza (DaD) (Li et al., 2020; Zhang et al., 2020; Chirikov et al., 2020). È stata condotta un’indagine rivolta a tutti gli studenti dell’Università di Salerno sul loro stato di salute psicologica durante il primo lockdown e sull’esperienza della DaD e delle attività ad essa connesse, quali lezioni, esami e tutorato, confrontando i dati raccolti tra studenti con disabilità/ disturbi dell’apprendimento (DSA) e studenti normotipici. Metodo: I partecipanti sono stati in totale n°163 (di cui n° 67 con disabilità/DSA – Gruppo 1 e n° 96 normotipo – Gruppo 2) (media età 23 anni). È stato predisposto, sulla piattaforma Survey Monkey, un questionario (in forma anonima) composto da n°5 items ad hoc sulla DaD e gli items del test FS-12 sullo stato di salute psicologica. Gli studenti sono stati contattati, al termine del mese di aprile 2020, attraverso la mailing list dedicata. Il tempo impiegato per rispondere è stato di circa 2 minuti a soggetto. Risultati: Per ciò che concerne la dimensione del benessere psicologico si sono evidenziate differenze rilevanti tra i due gruppi, in quanto è stata riscontrata una vulnerabilità maggiore agli stressors da lockdown e DaD per gli studenti normotipici rispetto al gruppo con disabilità/DSA. Infatti, in relazione alla sensazione di calma e serenità percepiti durante il periodo di lockdown, solo il 1% del Gruppo 2 ha risposto “sempre” contro il 40% del Gruppo 1. Il 57% del Gruppo 2 ha dichiarato che “raramente” si è sentito pieno di energia contro il 35% del Gruppo 1. Di grande rilevanza è il dato emerso in relazione al sentirsi scoraggiato o stanco: il 47% del Gruppo 2 ha risposto “quasi sempre” contro il 18% degli studenti con disabilità/DSA. Per ciò che concerne la valutazione degli items relativi alla 372 DaD, per l’82% degli studenti con disabilità/DSA la didattica a distanza è stata utile, contro il 40% degli studenti normotipici; il 40% di entrambi i gruppi vorrebbe continuare la DaD anche dopo il rientro in presenza. Questi dati sono spiegabili con l’efficacia della DaD, che ha fornito agli studenti con bisogni formativi speciali opportunità applicative delle misure compensative previste dalla ex legge 17/99 e dalla legge 170/2010, come l’utilizzo del computer, la registrazione della lezione, ecc. Discussione: Tutti gli studenti intervistati hanno riferito numerose difficoltà psicologiche e relazionali. L’esperienza in DaD degli studenti con disabilità/DSA è stata maggiormente positiva rispetto a quella dei coetanei normotipici, a causa del ruolo di agente di compensazione che gli strumenti tecnologici hanno rappresentato per i loro bisogni formativi speciali.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11386/4769824
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact