The case offers an opportunity to proceed with an analysis of regulations of assets having constitutional relevance. The unlawful conduct of the defendant – to the detriment of numerous women – is analyzed by making a comparison between the previous legislation and the current one: at the time of the facts, the European regulation 679/2016, the so-called “GDPR”, had come into effect and, internally, there was discussion about the implementation of the new legislation in the legal systems of the member states. A few years later, it is relevant to evaluate the effects in a story which is, due to its peculiarities, a leading case in the protection of the confidentiality of data present, albeit lawfully, online.

Il caso in commento offre lo spunto per procedere ad un’analisi della normativa posta a tutela di beni giuridici aventi rilevanza costituzionale. La condotta illecita posta in essere dell’imputato – in danno di numerose donne – viene analizzata procedendo ad un raffronto tra la previgente disciplina e quella attuale: all’epoca dei fatti era già entrato in vigore, a livello sovranazionale, il Regolamento europeo 679/2016, c.d. “GDPR” e, a livello interno, si discuteva circa l’implementazione della nuova normativa negli ordinamenti dei singoli Stati membri. A qualche anno di distanza, non resta che valutarne gli effetti in una vicenda che, per le sue peculiarità, rappresenta un leading case in materia di tutela penale della riservatezza di dati presenti, seppur lecitamente, online.

Trattamento di dati presenti online, condotte illecite “creative” e sanzione penale: quando la diffusione della condizione sentimentale è infamante

Dalia Gaspare
2022

Abstract

Il caso in commento offre lo spunto per procedere ad un’analisi della normativa posta a tutela di beni giuridici aventi rilevanza costituzionale. La condotta illecita posta in essere dell’imputato – in danno di numerose donne – viene analizzata procedendo ad un raffronto tra la previgente disciplina e quella attuale: all’epoca dei fatti era già entrato in vigore, a livello sovranazionale, il Regolamento europeo 679/2016, c.d. “GDPR” e, a livello interno, si discuteva circa l’implementazione della nuova normativa negli ordinamenti dei singoli Stati membri. A qualche anno di distanza, non resta che valutarne gli effetti in una vicenda che, per le sue peculiarità, rappresenta un leading case in materia di tutela penale della riservatezza di dati presenti, seppur lecitamente, online.
The case offers an opportunity to proceed with an analysis of regulations of assets having constitutional relevance. The unlawful conduct of the defendant – to the detriment of numerous women – is analyzed by making a comparison between the previous legislation and the current one: at the time of the facts, the European regulation 679/2016, the so-called “GDPR”, had come into effect and, internally, there was discussion about the implementation of the new legislation in the legal systems of the member states. A few years later, it is relevant to evaluate the effects in a story which is, due to its peculiarities, a leading case in the protection of the confidentiality of data present, albeit lawfully, online.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11386/4793115
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact