Il doppio cognome ai figli si propone come regola rivoluzionaria nel nostro sistema, rispettosa dei risvolti identitari, della parità dei genitori e dell’unità familiare. La deroga, legittimata dalla Consulta, rischia di alterare la funzione identitaria del cognome, nonostante gli indici interpretativi sottesi alla pronuncia costituzionale. La tipizzazione normativa dell’accordo o il modello europeo del cognome familiare offre al legislatore la possibilità di recuperare l’unicità del cognome senza riproporre le disarmonie a fondamento della pronuncia di illegittimità.

Cognome dei figli: una rivoluzione debole

PIGNATARO GISELLA
2022

Abstract

Il doppio cognome ai figli si propone come regola rivoluzionaria nel nostro sistema, rispettosa dei risvolti identitari, della parità dei genitori e dell’unità familiare. La deroga, legittimata dalla Consulta, rischia di alterare la funzione identitaria del cognome, nonostante gli indici interpretativi sottesi alla pronuncia costituzionale. La tipizzazione normativa dell’accordo o il modello europeo del cognome familiare offre al legislatore la possibilità di recuperare l’unicità del cognome senza riproporre le disarmonie a fondamento della pronuncia di illegittimità.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11386/4803111
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact