Nell’articolo sono esaminate le fonti retoriche in tema di constitutio translativa al fine di individuare i punti di contatto con l’exceptio e con la praescriptio pro reo. L’esame del noto testo di Cicerone, de inv. 2.19.59-20.60, ha consentito, in particolare, di verificare la modalità di funzionamento dell’eccezione ‘extra quam in reum capitis praeiudicium fiat’ e di affrontare il tema della connessione tra actio iniuriarum e iudicium inter sicarios.

Actio iniuriarum e capitis praeiudicium

Margherita Scognamiglio
2024-01-01

Abstract

Nell’articolo sono esaminate le fonti retoriche in tema di constitutio translativa al fine di individuare i punti di contatto con l’exceptio e con la praescriptio pro reo. L’esame del noto testo di Cicerone, de inv. 2.19.59-20.60, ha consentito, in particolare, di verificare la modalità di funzionamento dell’eccezione ‘extra quam in reum capitis praeiudicium fiat’ e di affrontare il tema della connessione tra actio iniuriarum e iudicium inter sicarios.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11386/4867533
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact