Ideare, realizzare e gestire un percorso formativo è il compito fondante di una istituzione scolastica. È un lavorare in situazione in tempo reale ed è forse proprio questa la singolare qualità che rende l’essere insegnante una professione viva, stimolante, concreta, consapevolmente aperta agli imprevisti. I risultati delle scelte adottate sono visibili, confrontabili, veri e propri punti di riferimento da mettere in gioco ancora una volta. Al centro di questi processi vi è il delicato ed essenziale momento della programmazione, una procedura logica e razionale di intenti individuati e successivamente perseguiti con la collaborazione di tutti gli operatori coinvolti. Il nostro sistema scolastico ha introdotto da tempo la programmazione come momento essenziale per poter costruire un processo educativo efficiente ed efficace. Tuttavia, ancora troppo spesso, l’azione programmatrice è vissuta e/o praticata più come elemento essenzialmente burocratico che come processo intenzionale di selezione di fattori umani, materiali e culturali da organizzare in funzione del fine da realizzare. Alla base delle analisi proposte in questo lavoro sta un’idea di programmazione intesa come definizione dei traguardi e delle attività formative, determinazione dei percorsi, individuazione dei contenuti, dei mezzi e degli strumenti, costante monitoraggio del processo, determinazione dei modi e dei tempi delle verifiche. Ma, soprattutto, intendiamo la programmazione come processo flessibile e partecipato: flessibile per permettere operazioni di recupero o di messa a punto qualora se ne ravvisasse la necessità; partecipato in quanto processo nel quale interagiscono ambiente, istituzioni, famiglie, alunni ed insegnanti. Il volume si propone quindi come utile strumento di orientamento per quanti approcciano per la prima volta queste tematiche e per quanti sentono la necessità di avvicinare e di sperimentare strumenti efficaci ad affrontare e risolvere problemi legati alla quotidianità della prassi didattica.

Apprendere e progettare. Strumenti e modelli di programmazione didattica

NOTTI, Achille Maria;MARZANO, ANTONIO;TAMMARO, ROSANNA
2005

Abstract

Ideare, realizzare e gestire un percorso formativo è il compito fondante di una istituzione scolastica. È un lavorare in situazione in tempo reale ed è forse proprio questa la singolare qualità che rende l’essere insegnante una professione viva, stimolante, concreta, consapevolmente aperta agli imprevisti. I risultati delle scelte adottate sono visibili, confrontabili, veri e propri punti di riferimento da mettere in gioco ancora una volta. Al centro di questi processi vi è il delicato ed essenziale momento della programmazione, una procedura logica e razionale di intenti individuati e successivamente perseguiti con la collaborazione di tutti gli operatori coinvolti. Il nostro sistema scolastico ha introdotto da tempo la programmazione come momento essenziale per poter costruire un processo educativo efficiente ed efficace. Tuttavia, ancora troppo spesso, l’azione programmatrice è vissuta e/o praticata più come elemento essenzialmente burocratico che come processo intenzionale di selezione di fattori umani, materiali e culturali da organizzare in funzione del fine da realizzare. Alla base delle analisi proposte in questo lavoro sta un’idea di programmazione intesa come definizione dei traguardi e delle attività formative, determinazione dei percorsi, individuazione dei contenuti, dei mezzi e degli strumenti, costante monitoraggio del processo, determinazione dei modi e dei tempi delle verifiche. Ma, soprattutto, intendiamo la programmazione come processo flessibile e partecipato: flessibile per permettere operazioni di recupero o di messa a punto qualora se ne ravvisasse la necessità; partecipato in quanto processo nel quale interagiscono ambiente, istituzioni, famiglie, alunni ed insegnanti. Il volume si propone quindi come utile strumento di orientamento per quanti approcciano per la prima volta queste tematiche e per quanti sentono la necessità di avvicinare e di sperimentare strumenti efficaci ad affrontare e risolvere problemi legati alla quotidianità della prassi didattica.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11386/2500069
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact