Ancora su Gaspard Monge e la geometria descrittiva