L'immaginazione infinita in Bergson: dalla psicologia all'ontologia