L’articolo prende in esame alcuni pensieri inediti disseminati tra le carte pascoliane. Inizialmente ci si sofferma sui concetti di patria e patriottismo che ricadono, inevitabilmente, in quelli di nazionalismo, irredentismo, colonialismo e infine anche di razza, e in cui non mancano riferimenti polemici nei confronti dei socialisti oltre che il mai sopito anarchismo pascoliano. Si passa poi ad alcune riflessioni sulla letteratura e la lingua degli Italiani in cui il poeta sancisce il profondo legame tra letteratura, nazione e tradizione ed esalta una lingua poetica intessuta di voci dialettali.

Sull'idea di patria, letteratura e lingua degli italiani nei pensieri autografi di Giovanni Pascoli.

APOSTOLICO, AIDA
2011-01-01

Abstract

L’articolo prende in esame alcuni pensieri inediti disseminati tra le carte pascoliane. Inizialmente ci si sofferma sui concetti di patria e patriottismo che ricadono, inevitabilmente, in quelli di nazionalismo, irredentismo, colonialismo e infine anche di razza, e in cui non mancano riferimenti polemici nei confronti dei socialisti oltre che il mai sopito anarchismo pascoliano. Si passa poi ad alcune riflessioni sulla letteratura e la lingua degli Italiani in cui il poeta sancisce il profondo legame tra letteratura, nazione e tradizione ed esalta una lingua poetica intessuta di voci dialettali.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11386/3889981
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact