I biomarcatori nel controllo del trattamento dei carcinomi gastrointestinali