Spazio, movimento, prospettiva ed empatia: un prototipo di videogame didattico