Prendersi “cura” delle montagne