Incentrato sul ruolo che Giuseppe Maria Galanti (1743-1806), importante esponente dell’Illuminismo meridionale, attribuisce alla letteratura e, in particolare, al genere narrativo nell'ambito della sensibilità illuministica, l’articolo propone la lettura e l’analisi dei tratti fondamentali di un testo inedito, vergato dall'autore, che costituisce un interessante lavoro preparatorio probabilmente relativo alla quarta edizione, allestita ma mai approdata alla stampa, delle Osservazioni intorno a’ romanzi, alla morale e a’ diversi generi di sentimento, una delle opere più ampie e articolate di teoria e critica del romanzo apparse in Italia nel Settecento.

Riflessioni settecentesche sul romanzo. Un inedito di Giuseppe Maria Galanti

FALARDO, DOMENICA
2015

Abstract

Incentrato sul ruolo che Giuseppe Maria Galanti (1743-1806), importante esponente dell’Illuminismo meridionale, attribuisce alla letteratura e, in particolare, al genere narrativo nell'ambito della sensibilità illuministica, l’articolo propone la lettura e l’analisi dei tratti fondamentali di un testo inedito, vergato dall'autore, che costituisce un interessante lavoro preparatorio probabilmente relativo alla quarta edizione, allestita ma mai approdata alla stampa, delle Osservazioni intorno a’ romanzi, alla morale e a’ diversi generi di sentimento, una delle opere più ampie e articolate di teoria e critica del romanzo apparse in Italia nel Settecento.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11386/4654753
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus 0
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact