Il contributo ha come obiettivo il chiarimento dell'enigma filologico che avvolge la versione francese della tesi V Sul concetto di storia del filosofo tedesco Walter Benjamin. In questa versione elaborata dallo stesso filosofo, compare, citato in modo molto generico, un verso di Dante. L'articolo dimostra che a capo dell'enigma si arriva non tanto andando alla ricerca della citazione letterale del verso, ma ricostruendo il rapporto di Benjamin con Erich Auerbach e con la sua concezione del metodo storico-interpretativo avanzata nel celebre saggio Figura (1938).

La verticale del tempo: il Dante di Auerbach nella tesi V sul Concetto di storia di Walter Benjamin

DENUNZIO, Fabrizio
2015-01-01

Abstract

Il contributo ha come obiettivo il chiarimento dell'enigma filologico che avvolge la versione francese della tesi V Sul concetto di storia del filosofo tedesco Walter Benjamin. In questa versione elaborata dallo stesso filosofo, compare, citato in modo molto generico, un verso di Dante. L'articolo dimostra che a capo dell'enigma si arriva non tanto andando alla ricerca della citazione letterale del verso, ma ricostruendo il rapporto di Benjamin con Erich Auerbach e con la sua concezione del metodo storico-interpretativo avanzata nel celebre saggio Figura (1938).
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11386/4661603
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact