L’autore esamina le problematiche applicative e le criticità processuali sollevate in relazione all’art. 234 CCII, secondo cui, una volta compiuta la ripartizione finale dell’attivo, la chiusura della liquidazione giudiziale non è impedita dalla pendenza di giudizi, rispetto ai quali il curatore mantiene la legittimazione processuale, anche nei successivi stati e gradi del giudizio.

La chiusura della liquidazione giudiziale ed i giudizi pendenti

de santis francesco
2019-01-01

Abstract

L’autore esamina le problematiche applicative e le criticità processuali sollevate in relazione all’art. 234 CCII, secondo cui, una volta compiuta la ripartizione finale dell’attivo, la chiusura della liquidazione giudiziale non è impedita dalla pendenza di giudizi, rispetto ai quali il curatore mantiene la legittimazione processuale, anche nei successivi stati e gradi del giudizio.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11386/4728809
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact