L’articolo “Class Action: l’influenza statunitense” analizza l’evoluzione italiana dell’istituto, soffermandosi sull’esperienza americana, ove negli anni ’60 inizia a prendere forma l’esigenza di conferire adeguata protezione alle vittime di un Mass tort. Viene così evidenziato come il fondamento dell’azione risalga alle Federal Rules of Civil Procedure del 1938, sebbene solo con l’introduzione della Rule 23 datata 1966, la class action - come oggi conosciuta - cominci gradualmente a divenire azione giudiziale prediletta negli USA e istituto appetibile da più ordinamenti giuridici. Per quanto attiene al diritto interno, particolare attenzione è rivolta alla recente legge del 12 aprile 2019, n. 39 che ha ridisegnato in profondità l’istituto; il dettato normativo del 2019 estende la categoria dei soggetti legittimati, prevedendo la titolarità dell’azione in capo a chiunque ritenga di aver subito una violazione di “diritti individuali omogenei”. Il lavoro propone stimolanti riflessioni in merito alla nova lex, spingendosi a tratteggiare anche taluni profili processualistici della materia.

Class action: l'influenza statunitense

Lanzara O.
2019

Abstract

L’articolo “Class Action: l’influenza statunitense” analizza l’evoluzione italiana dell’istituto, soffermandosi sull’esperienza americana, ove negli anni ’60 inizia a prendere forma l’esigenza di conferire adeguata protezione alle vittime di un Mass tort. Viene così evidenziato come il fondamento dell’azione risalga alle Federal Rules of Civil Procedure del 1938, sebbene solo con l’introduzione della Rule 23 datata 1966, la class action - come oggi conosciuta - cominci gradualmente a divenire azione giudiziale prediletta negli USA e istituto appetibile da più ordinamenti giuridici. Per quanto attiene al diritto interno, particolare attenzione è rivolta alla recente legge del 12 aprile 2019, n. 39 che ha ridisegnato in profondità l’istituto; il dettato normativo del 2019 estende la categoria dei soggetti legittimati, prevedendo la titolarità dell’azione in capo a chiunque ritenga di aver subito una violazione di “diritti individuali omogenei”. Il lavoro propone stimolanti riflessioni in merito alla nova lex, spingendosi a tratteggiare anche taluni profili processualistici della materia.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11386/4731412
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact