A Guardia Sanframondi (BN), ogni sette anni, si festeggia la Madonna Assunta con un rituale religioso molto complesso che “mette in scena” la mortificazione corporale dei penitenti; i corpi immobili dei figuranti impegnati a rappresentare episodi tratti dalla Bibbia e dalle biografie dei santi (Tableaux vivant); canti religiosi, composti per l’occasione, eseguiti dai cori dei quattro rioni della cittadina. L’intero rituale tradizionale, indagato e interpretato etnograficamente, sembra costituire una sorta di “dramma sociale” (à la manière de Victor Turner), una performance critico-riflessiva che mette in scena le modalità conflittuali della costruzione, della rappresentazione e della trasmissione dell’identità culturale locale ma anche il tentativo della loro risoluzione simbolica. At Guardia Sanframondi (BN), every seven years, the Madonna Assunta is celebrated with a very complex religious ritual that “stages” the corporal mortification of penitents; the immobile bodies of the figures engaged in representing episodes taken from the Bible and from the biographies of the saints; religious songs, composed for the occasion, performed by the choirs of the four districts of the town. The entire traditional ritual, investigated and interpreted ethnographically, seems to constitute a sort of “social drama” (à la manière de Victor Turner), a critical-reflective performance that stages the conflicting modalities of the construction, representation and transmission of the local cultural identity but also the attempt of their symbolic resolution.

STATUE, PENITENTI E CORPI IMMOBILI NEI RITI SETTENNALI DI GUARDIA SANFRAMONDI

Vincenzo Esposito
2020

Abstract

A Guardia Sanframondi (BN), ogni sette anni, si festeggia la Madonna Assunta con un rituale religioso molto complesso che “mette in scena” la mortificazione corporale dei penitenti; i corpi immobili dei figuranti impegnati a rappresentare episodi tratti dalla Bibbia e dalle biografie dei santi (Tableaux vivant); canti religiosi, composti per l’occasione, eseguiti dai cori dei quattro rioni della cittadina. L’intero rituale tradizionale, indagato e interpretato etnograficamente, sembra costituire una sorta di “dramma sociale” (à la manière de Victor Turner), una performance critico-riflessiva che mette in scena le modalità conflittuali della costruzione, della rappresentazione e della trasmissione dell’identità culturale locale ma anche il tentativo della loro risoluzione simbolica. At Guardia Sanframondi (BN), every seven years, the Madonna Assunta is celebrated with a very complex religious ritual that “stages” the corporal mortification of penitents; the immobile bodies of the figures engaged in representing episodes taken from the Bible and from the biographies of the saints; religious songs, composed for the occasion, performed by the choirs of the four districts of the town. The entire traditional ritual, investigated and interpreted ethnographically, seems to constitute a sort of “social drama” (à la manière de Victor Turner), a critical-reflective performance that stages the conflicting modalities of the construction, representation and transmission of the local cultural identity but also the attempt of their symbolic resolution.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11386/4752533
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact