Il rinnovato interesse verso la coltivazione di grani antichi è motivato da fattori socioculturali, nonché dagli accertati benefici nutrizionali e salutistici dei prodotti di trasformazione. La ricerca scientifica promuove il rilancio della biodiversità di tali coltivazioni cerealicole, proponendo strategie innovative e sostenibili per la stabilizzazione postraccolta dei frumenti antichi, considerati un patrimonio alimentare unico.

GRANI ANTICHI: IL RILANCIO DELLA BIODIVERSITÀ

Iannone, Marco
Investigation
;
D'Amore, Matteo
Writing – Review & Editing
;
Barba, Anna Angela
Writing – Review & Editing
2022

Abstract

Il rinnovato interesse verso la coltivazione di grani antichi è motivato da fattori socioculturali, nonché dagli accertati benefici nutrizionali e salutistici dei prodotti di trasformazione. La ricerca scientifica promuove il rilancio della biodiversità di tali coltivazioni cerealicole, proponendo strategie innovative e sostenibili per la stabilizzazione postraccolta dei frumenti antichi, considerati un patrimonio alimentare unico.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11386/4804958
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact