CON IL D.LGS. 12 GENNAIO 2014 IL LEGISLATORE HA MODIFICATO L’INTERA DISCIPLINA DELLA CRISI D’IMPRESA. TRA LE PIÙ IMPORTANTI NOVITÀ DEL DECRETO, OLTRE ALL’IDENTIFICAZIONE DI UNA SPECIFICA RESPONSABILITÀ IN CAPO AI SINDACI E AI REVISORI IN MERITO ALLA SEGNALAZIONE DI EVENTUALI SITUAZIONI DI CRISI AZIENDALE, C’È L’INDIVIDUAZIONE DI UNA SERIE DI INDICATORI CHE SIANO IN GRADO DI DIAGNOSTICARE IN VIA PREVENTIVA SITUAZIONI DI INSOLVENZA. È NECESSARIO, QUINDI, ALLA LUCE DEL DECRETO DEFINIRE QUALI DEBBANO ESSERE, DI FATTO, GLI INDICATORI E LE MODALITÀ PIÙ IDONEE PER IL MONITORAGGIO DELLA CRISI. LA LETTERATURA INTERNAZIONALE HA DIFFUSAMENTE INVESTIGATO IL PROBLEMA DELLA PREVISIONE DELL’INSOLVENZA E DELLA CRISI DI IMPRESA E SONO STATI ELABORATI, NEGLI ULTIMI DECENNI, NUMEROSI MODELLI DI PREVISIONI CHE SFRUTTANO SIA TECNICHE STATISTICHE ECONOMETRICHE E MULTIVARIATE SIA STRUMENTI COMPUTERIZZATI E PIÙ SOFISTICATI DI INTELLIGENZA ARTIFICIALE. IL LIMITE DI TALI MODELLI, NONOSTANTE LA LORO ASTRATTA CAPACITÀ DI DISCRIMINARE LE AZIENDE INSOLVENTI DA QUELLE “SANE”, RISIEDE NEL FATTO CHE ESSI SI AVVALGONO PREVALENTEMENTE DI INDICATORI DI BILANCIO PER DARE VITA ALL’ATTIVITÀ DI PREVISIONE. CIÒ COMPORTA LA NECESSITÀ CHE IL BILANCIO DAL QUALE GLI INDICATORI DERIVANO SIA DEL TUTTO RAPPRESENTATIVO DELLA REALE SITUAZIONE IN CUI VERSA LA SOCIETÀ. TUTTAVIA, È STATO DIMOSTRATO CHE QUANTO PIÙ UN’AZIENDA È AFFETTA DA PROBLEMI CHE NE INFICIANO LA CONTINUITÀ AZIENDALE, TANTO PIÙ TENDERÀ A PORRE IN ESSERE DELLE POLITICHE DI SISTEMATICA ALTERAZIONE DEI SUOI BILANCI CON IL FINE DI RAPPRESENTARE ALL’ESTERNO UNA SITUAZIONE DIVERSA RISPETTO A QUELLA EFFETTIVA E RITARDARE IN QUESTO MODO L’ASSOGGETTAMENTO A PROCEDURE CONCORSUALI. IN TAL SENSO, È NECESSARIO, QUINDI, NELL’ELABORAZIONE DEI MODELLI E NELLA DEFINIZIONE DEGLI INDICATORI, TENERE CONTO DELLA SUSSISTENZA DI POLITICHE DI EARNINGS MANAGEMENT. TALI POLITICHE, CHE SI SOSTANZIANO IN AZIONI INDIRIZZATE IN MODO DIVERSO ALLA SISTEMATICA ALTERAZIONE DEI BILANCI POSSONO ESSERE INTERCETTATE MEDIANTE MODELLI ECONOMETRICI AL PARI DELL’EVENTUALE STATO DI INSOLVENZA.

Gli indici di allerta: dalla diagnosi all'emersione della crisi

MARCELLO R;
2020-01-01

Abstract

CON IL D.LGS. 12 GENNAIO 2014 IL LEGISLATORE HA MODIFICATO L’INTERA DISCIPLINA DELLA CRISI D’IMPRESA. TRA LE PIÙ IMPORTANTI NOVITÀ DEL DECRETO, OLTRE ALL’IDENTIFICAZIONE DI UNA SPECIFICA RESPONSABILITÀ IN CAPO AI SINDACI E AI REVISORI IN MERITO ALLA SEGNALAZIONE DI EVENTUALI SITUAZIONI DI CRISI AZIENDALE, C’È L’INDIVIDUAZIONE DI UNA SERIE DI INDICATORI CHE SIANO IN GRADO DI DIAGNOSTICARE IN VIA PREVENTIVA SITUAZIONI DI INSOLVENZA. È NECESSARIO, QUINDI, ALLA LUCE DEL DECRETO DEFINIRE QUALI DEBBANO ESSERE, DI FATTO, GLI INDICATORI E LE MODALITÀ PIÙ IDONEE PER IL MONITORAGGIO DELLA CRISI. LA LETTERATURA INTERNAZIONALE HA DIFFUSAMENTE INVESTIGATO IL PROBLEMA DELLA PREVISIONE DELL’INSOLVENZA E DELLA CRISI DI IMPRESA E SONO STATI ELABORATI, NEGLI ULTIMI DECENNI, NUMEROSI MODELLI DI PREVISIONI CHE SFRUTTANO SIA TECNICHE STATISTICHE ECONOMETRICHE E MULTIVARIATE SIA STRUMENTI COMPUTERIZZATI E PIÙ SOFISTICATI DI INTELLIGENZA ARTIFICIALE. IL LIMITE DI TALI MODELLI, NONOSTANTE LA LORO ASTRATTA CAPACITÀ DI DISCRIMINARE LE AZIENDE INSOLVENTI DA QUELLE “SANE”, RISIEDE NEL FATTO CHE ESSI SI AVVALGONO PREVALENTEMENTE DI INDICATORI DI BILANCIO PER DARE VITA ALL’ATTIVITÀ DI PREVISIONE. CIÒ COMPORTA LA NECESSITÀ CHE IL BILANCIO DAL QUALE GLI INDICATORI DERIVANO SIA DEL TUTTO RAPPRESENTATIVO DELLA REALE SITUAZIONE IN CUI VERSA LA SOCIETÀ. TUTTAVIA, È STATO DIMOSTRATO CHE QUANTO PIÙ UN’AZIENDA È AFFETTA DA PROBLEMI CHE NE INFICIANO LA CONTINUITÀ AZIENDALE, TANTO PIÙ TENDERÀ A PORRE IN ESSERE DELLE POLITICHE DI SISTEMATICA ALTERAZIONE DEI SUOI BILANCI CON IL FINE DI RAPPRESENTARE ALL’ESTERNO UNA SITUAZIONE DIVERSA RISPETTO A QUELLA EFFETTIVA E RITARDARE IN QUESTO MODO L’ASSOGGETTAMENTO A PROCEDURE CONCORSUALI. IN TAL SENSO, È NECESSARIO, QUINDI, NELL’ELABORAZIONE DEI MODELLI E NELLA DEFINIZIONE DEGLI INDICATORI, TENERE CONTO DELLA SUSSISTENZA DI POLITICHE DI EARNINGS MANAGEMENT. TALI POLITICHE, CHE SI SOSTANZIANO IN AZIONI INDIRIZZATE IN MODO DIVERSO ALLA SISTEMATICA ALTERAZIONE DEI BILANCI POSSONO ESSERE INTERCETTATE MEDIANTE MODELLI ECONOMETRICI AL PARI DELL’EVENTUALE STATO DI INSOLVENZA.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11386/4812769
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact